TECNOLOGIA E WEB PER MIGLIORARE LA VITA DEGLI ANZIANI,

NE PARLA LA PSICOLOGA ELISA MARCHESELLI
Venerdì 26 ottobre, alle ore 18 la sede della Confcommercio di Arezzo (via XXV Aprile 12) ospita un incontro gratuito sull’uso dei nuovi strumenti di comunicazione in età avanzata. Imparare ad usare smartphone, tablet o pc è infatti è sempre più importante anche se non si è più giovanissimi. A parlarne sarà la presidente degli psicologi di Confcommercio Marcheselli: “L’apprendimento dei nuovi dispositivi digitali per comunicare con figli e nipoti, tenersi aggiornati, pagare le bollette e altro è fondamentale per stare al passo coi tempi. Il cambiamento non deve spaventare”. L’evento è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza. Per info: 0575 354292.
L’utilizzo di smartphone e tablet è diventato una vera e propria necessità al giorno d’oggi, per comunicare, informarsi e sbrigare varie incombenze. Anche per il mondo senior è quindi importante imparare ad usare i nuovi dispositivi digitali: è per questo che l’Associazione 50&Più, che riunisce gli “over 50” della Confcommercio, organizza ad Arezzo un seminario gratuito rivolto a signore e signori in età avanzata che desiderano saperne di più su questo argomento.
L’appuntamento è per venerdì 26 ottobre alle ore 18.00 nella sede della Confcommercio aretina (in via XXV Aprile 12).
Sarà la presidente dell’Associazione Psicologi di Confcommercio Elisa Marcheselli a parlare de i nuovi strumenti di comunicazione che aiutano a vivere meglio, dialogare con i nipoti “nativi digitali”, facilitare i contatti con amici e famiglia, tenersi aggiornati, pagare le bollette senza fare file e tanto altro.
“Saper utilizzare un cellulare di nuova generazione, un tablet o un pc – sostiene Elisa Marcheselli, psicologa e psicoterapeuta – facilita la vita a tutti, comprese le persone più anziane. In età adulta, è risaputo, l’apprendimento può risultare più lento o difficile, ma secondo la teoria del “lifelong learning” questo passaggio è fondamentale per stare al passo coi cambiamenti. Molte persone hanno giovato di benefici psicologici riattivando relazioni, recuperando passioni abbandonate e avendo la possibilità di essere aggiornate sulle vicende di figli e nipoti, anche attraverso una più rapida condivisione che cambia l’uso del tempo della relazione. Quindi, niente paura: anche chi non ha mai avuto un buon rapporto con la tecnologia può imparare serenamente a inviare un messaggio Whatsapp alla figlia o al nipotino, sentendosi parte della famiglia in modo innovativo. Basta un po’ di pazienza”.
Per partecipare all’incontro, gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, basta presentarsi alla sede di Confcommercio Arezzo in via XXV Aprile 6/12, presso l’aula Formit. Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria di 50&Più allo 0575 354292.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.