RESTAURI: AL VIA I LAVORI DI RECUPERO DELLA FORTEZZA MEDICEA DI LUCIGNANO

Finanziata con 200mila euro l’operazione sull’antica fortezza, posta all’esterno delle mura e abbandonata dalla metà dell’Ottocento

Prenderanno il via il 23 marzo i lavori per il recupero della fortezza medicea del borgo di Lucignano, uno dei primi progetti finanziati dal bando del Consiglio regionale della Toscana per gli interventi sulle ‘Città murate’ toscane. I lavori, finanziati con 200mila euro, di cui la metà circa coperta dal bando, si concluderanno entro l’anno. L’intervento è stato presentato ieri in Consiglio regionale.

La fortezza medicea, posta all’esterno delle mura di Lucignano, è chiusa e in stato di abbandono dalla metà dell’Ottocento, quando vi furono depositate le terre di scavo dei lavori dell’acquedotto. Tre gli interventi previsti: il recupero della Porta reale, oggi sommersa da detriti; la creazione di percorsi fruibili da tutti all’interno della fortezza e il ripristino e l’apertura al pubblico della torre nord del bastione.

“Lucignano è una delle fortezze più belle della Toscana – ha detto il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – ed ebbe un ruolo fondamentale negli anni dell’unione tra Firenze e Siena che dette vita al Granducato. La fortezza per anni è rimasta in abbandono, ma grazie al progetto presentato dal sindaco Roberta Casini ora inizieranno i lavori che la renderanno un centro vivo e di cultura”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.