CASTIGLION FIORENTINO CAPITALE DELL’EXTRAVERGINE CON IL GIROLIO

Sabato 30 e domenica 31 marzo parte dalla provincia di Arezzo il tour promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio

Il Girolio d’Italia, il tour dell’extravergine promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio, festeggia la decima edizione, partendo dalla Toscana parte con la prima tappa a Castiglion Fiorentino il 30 e 31 marzo con l’obiettivo di celebrare la bellezza del territorio da cui nasce l’olio, quale bene culturale da tutelare e valorizzare ed esperienza turistica da vivere.

L’evento ha l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e vedrà la partecipazione al convegno inaugurale del Presidente Parlamento Europeo Antonio Tajani (sabato 30 marzo ore 16.30 presso la Sala Conferenze S. Angelo al Cassero). Molti gli eventi in calendario: corsi di degustazione, mercatini dell’olio, percorsi di trekking tra gli olivi, momenti di conviviali come la Bruschetta in Piazza, menù a tema nei ristoranti della città. Il programma di incontri e approfondimenti si concluderà con la Lectio Magistralis del professor Vittorio Sgarbi “La Bellezza dell’Olio” domenica 31 marzo ore 17,00 al Teatro Comunale Mario Spina.

Il taglio del nastro di Girolio d’Italia avrà luogo sabato 30 marzo alle 10.30 durante la cerimonia ufficiale in Piazza del Municipio con il coinvolgimento delle scuole e l’intonazione dell’Inno nazionale. Nel pomeriggio dalle 16.30 in poi, si terrà il convegno tecnico scientifico sull’olio che vedrà gli interventi di Mario Agnelli Sindaco di Castiglion Fiorentino, Enrico Lupi Presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio, Massimo Guasconi Presidente della CCIAA Arezzo–Siena, Silvia Chiassai Presidente della Provincia Arezzo, Fulvio Gazzola Presidente dell’Associazione Bandiere Arancioni, Carlo Cambi giornalista enogastronomico, Marco Remaschi Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana e le conclusioni di Antonio Tajani Presidente del Parlamento Europeo.

La tappa toscana di Girolio è una delle iniziative frutto del Protocollo d’intesa per la promozione e valorizzazione dei territori e della cultura dell’olio extra vergine di oliva della Toscana firmato il 25 ottobre 2018 da Regione Toscana, Ente Terre Regionali Toscane e Associazione nazionale Città dell’Olio. Tra gli obiettivi strategici del Protocollo d’intesa vi è anche il recupero degli oliveti abbandonati.

Un primo esempio di progettualità che va in questa direzione è rappresentato dal progetto pilota del Comune di Murlo, nel cui ambito è stato organizzato il convegno ”ll paesaggio olivetato del Comune di Murlo: percorsi e strategie di valorizzazione” che si svolgerà venerdì 22 marzo alle ore 15.30 presso il Comune di Murlo in via Tinoni, 1. Al convegno interverranno: Fabiola Parenti, Sindaco del Comune di Murlo, Marcello Bonechi, Vice Presidente Vicario e Coordinatore regionale Città dell’Olio Toscana, Simone Sabatini, Ente Terre Regionali Toscane. Sono previste le relazioni di Antonio Santoro e Federica Corrieri, UniFi – Laboratorio per il Paesaggio e i Beni Culturali su “L’evoluzione storica dell’olivicoltura nel Comune di Murlo tra abbandono e possibilità di recupero”, Mauro Agnoletti, Coordinatore Commissione Recupero terreni abbandonati Mipaaft sulle “Politiche nazionali recupero terreni abbandonati”, Rosanna Zari, Dottore agronomo, accademico Georgofili sulle “Tecniche di recupero razionali e possibilità di finanziamenti” e Carlo Cambi, giornalista enogastronomico “In viaggio con Marcello” RAI 2 che parlerà di “Paesaggio olivicolo come driver di comunicazione e marketing territoriale”. Le conclusioni saranno affidate a Marco Remaschi, Assessore Agricoltura Regione Toscana. Modera il convegno la giornalista Annalisa Coppolaro.

Per informazioni:
http://www.girolio.it

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.